Thruster o quad? qual’è il set up migliore

Molti surfisti ancora si chiedono quale sia il sut up migliore per la loro tavola e molti di loro ancora non sanno la differenza di performance delle due configurazioni, thruster o quad; considerando che  le pinne e il loro set up influenzano di circa il 40% la performance di una tavola da surf, cerchiamo di fare un pò di chiarezza , ma per fare ciò dobbiamo prima capire la storia evolutiva della pinna.

La single fin è nata per dare stabilità a tavole molto grandi ; nel tempo è stata ridefinita e migliorata per rendere la tavola manovrabile. Le twin fins, nate per tavole più corte, hanno avuto un grande impatto sulla manovrabilità; surfboards con configurazione twins erano di gran lunga più manovrabili e veloci  rispetto ad altre tavole con configurazione single fin anche se la loro tenuta su onde più scavate non era eccezionale.

Simon Anderson, un pioniere del surf da onda, fu il primo a testare la configurazione thruster perchè aveva bisogno di un set up che tenesse nelle manovre più radicali , manovre che  necessitavano di maggior spinta con il piede posteriore. La tavola  tre pinne (thruster)  risultava essere leggermente meno veloce rispetto ad una twin fins ma dava un elemento in più di controllo nella spinta quando si affrontavano le curve evitando lo “slinding” . Con le  molte prove Anderson è stato in grado di trovare il giusto bilanciamento tra velocità, controllo e tenuta.

la configurazione  quattro pinne (quad) praticamente  unisce le caratteristiche del trhuster e del twin fin; crea velocità in quanto viene a mancare  la resistenza della pinna centrale (come nel twin fins), ma allo stesso tempo da una maggiore tenuta e manovrabilità rispetto al twin fins. il posizionamento del gruppo di pinne però risulta essere fondamentale, vediamo perchè; più le due pinne posteriori si avvicinano, più la tavola tenderà a comportarsi come una thruster; più sono lontane tra di loro e quindi molto vicine alle frontali , più la tavola si comporterà come una twin fins.

Quando dobbiamo usare la configurazione quad?

la configurazione quad è indicata per onde piccole con poca spinta e per onde over head molto ripide e scavate, vediamo il perchè:

-in condizione di onda piccola cha ha poca spinta , avere un quad con le pinnette posteriori molto vicine al rail e posizionate più in alto, aiuta nel velocizzare le manovre e nello sliding del tail; inoltre la velocità aumenterà grazie al canale che si forma tra le due pinne posteriori.

-in condizioni di onda grossa e scavata, avere un quad con le pinne posteriori vicine al rail e spostate un pò più indietro, vi permetterà di surfare l’onda nella sezione più ripida e quindi di  aumentare la tenuta della tavola e la vostra velocità; questa configurazione quindi , è molto utilizzata in quelle onde molto ripide  dove c’è bisogno di tenuta del rail e di parecchia velocità per “scappare dal lip”; una volta che avrete  effettuato il take off  e messo i piedi sulla vostra tavola, il quad vi garantirà velocità immediata senza che ci sia bisogno di “pompare”.

 

Quando dobbiamo utilizzare la configurazione thruster?

La configurazione tre pinne è la più utilizzata; a differenza del quad la tavola avrà meno velocità ma più manovrabilità ; si potranno eseguire delle manovre più radicali in quanto la pinna centrale, fungendo da “deriva” nel momento di maggior spinta del piede posteriore, darà tenuta evitando che la tavola effettui il cosiddetto “sliding”.La tavola otterrà velocità attraverso un “pumping” più energico da parte del rider.

Il consiglio è quello comunque di acquistare sempre delle buone pinne, assolutamente in resina, sia che siano FCS o FUTURES; i cosiddetti “plasticoni , anche se hanno una percentuale di resina all’interno, ridurranno notevolmente le prestazioni della vostra tavola, con il rischio di annullare i vostri progressi.

Potete acquistare il vostro set di pinne a questo link https://www.riderlinestore.com/categoria-prodotto/surf/pinne-surf/